PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu, apparivi desiderio

Dolce fu la sera
a inseguire l'emozione...
E rapida di cuore
mi parlava inventando
il desiderio...
Tu, apparivi
come realtà ai miei occhi,
ed io ti lasciavo
accarezzare il mio sogno
che svelto si rotolava
in tappeti di parole,
e rideva sai,
rideva innocente come bimbo,
sull'altalena dei sentimenti...
Dolce fu l'incanto novembrino
fra freddi sbuffi di tempo
a richiamare il sole...
Il sole che tu presentavi
fra righe di mistero,
tu raggio invisibile,
tu illusione di ore,
tu che mi hai lasciato volare
e poi atterrare
in questo inutile ricordo
senza origine di un tuo segno
che fosse semplice fuggente amore
per divertirne per sempre
l'inganno del rimpianto!

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/07/2014 02:42
    apprezzata... complimenti.

5 commenti:

  • augusto villa il 28/09/2014 22:26
    Bella tutta... ma gli ultimi sette versi sono speciali...
    Praticamente una poesia... Complimenti!
  • claudia checchi il 21/09/2011 22:54
    splendida poesia, complimenti... ciao
    cla
  • loretta margherita citarei il 21/09/2011 21:41
    complimenti, adorabile poesia d'amore, 1 bacione
  • Anonimo il 21/09/2011 20:48
    Molto bella e ben scritta. Complimenti!
  • Salvatore Maucieri il 21/09/2011 20:05
    Brava... Ciaoooooooooooooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0