PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pennellate

Ascolto il tuoi occhi
che mi parlano di te
mentre dita frenetiche
si muovono
nell’emozione
del tuo primo amore.
Respiro di te
dei tuoi capelli
del tuo viso:
Guardo il cielo
le stelle splendono
una di esse cade….

Anna
bocciolo bianco
reciso
nel momento
della tua pienezza:
potrò mai dimenticarti?

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • 8y il 05/05/2008 19:41
    una poesia veramente bella...
  • Anonimo il 15/06/2007 22:56
    Quando si ha veramente amato, il ricordo rimane indelebile nel tempo, molto romantica, ciao Angelica
  • roberto mestrone il 21/05/2007 15:33
    ... E noi ci comprendiamo...!!! (ho letto i tuoi dati anagrafici...)
    Spero che tu segua un po' il mio peregrinare...
    Ro
  • Claudio Amicucci il 21/05/2007 14:48
    Grazie Roberto. Hai capito perfettamente.. tutte le pennellate che vedrai pubblicate sono state scritte tra il 1969 e il 1970
  • roberto mestrone il 21/05/2007 11:41
    Bellissimo pensiero legato a un triste ricordo...
    Bravo Claudio...
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0