accedi   |   crea nuovo account

Israele

La terra di Israele
Recipiente di nequizia
L'oro la nutre, l'odio la rafforza
Viscida, violenta, intollerante.

Scorre ancora il sangue di chi l'abitava senza pretendere niente
Coloro che a partire da un brutto giorno
Furono cacciati, umiliati, calpestati nella polvere
Costretti a vagare per il mondo
Ad imbracciare le armi
A commettere atti atroci
Per ostacolare l'odioso occupante
Che li vuole stranieri nella loro terra
E tutt'oggi troneggia
Nella sua sconcertante superbia
Latrando una sola parola : "Antisemita"
Nei confronti di chi pensa ai tormenti della Palestina
Di chi desidera la libertà dei palestinesi.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/01/2014 00:56
    Molto apprezzata, complimenti.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0