username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mare sardo

Starei per ore
a fissar stupito
la tua varietà,
mare che mi
stai di fronte
come scrigno
di preziose perle
e sempre nuove:
sabbia silicea
s'alterna alle rocce,
colori cangianti
virano dal blu
all'acquamarina,
invito ad un tuffo
che ora conosce
il dono dell'acqua,
retaggio affiorato
dal ventre materno.

 

3
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ada Piras il 23/09/2011 22:54
    Splendido mare... e poesia.
  • Anonimo il 23/09/2011 17:10
    Hai colmato il mio inappagato desiderio di mare di un'intera estate. Grazie.
  • Anonimo il 23/09/2011 11:07
    Immagini stupende, molto apprezzate da chi come me conosce quel mare!
  • Anonimo il 23/09/2011 09:40
    Bella descrizione del mare e belle immagini evocative.
  • Anna Rossi il 23/09/2011 09:10
    così era il mare di calabria. prima dell'avvento dei lanzichenecchi. il tuo testo ha aperto una pagina della mia memoria. la descrizione semplice, chiara, evocativa mi ha avvolto in una sensazione di benessere. di pace ed armonia con la natura. che dovremo rispettare, amandola e custodendola come un dono prezioso.
    emozionante, bravo..
  • Anonimo il 23/09/2011 08:53
    Il mare e l'ignoto. Bella.
  • teresa... il 23/09/2011 06:58
    bellissima Cortese, le tue poesie sono sempre stupende
  • loretta margherita citarei il 23/09/2011 05:31
    molto bella complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0