accedi   |   crea nuovo account

La pianta della speranza

Speroni di roccia,
pietre miliari, distanze.

In quel luogo nascono prati,
al confine del cielo
nascosto ed immenso
tra montagne incantate
e precipizi d'insidia.

Il lentisco e la pianta della speranza,
la radice dell'innocenza e del tempo,
effimera ed eterna.

A fiori bianchi aggrappate
vallette nivali
nel vento fuggite,
ogni seme ha il suo destino
nel bosco degli aceri e delle robinie.

È il precipizio la domanda
insistente e presente,
come può la vita
non accorgersi
da quelle distanze
dell'acqua che scorre,
più in basso,
in altri luoghi remoti,
e porta via la radice.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0