PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ora, domandiamoci perche'

Ci sono troppe imperanti tecnologie
troppi bambini senza futuro, gia' malati
per nostro egosismo da vecchi bavosi.

Che' solo camminando con cuore e cervello
con intelligenza e altruismo, e per chi lo puo'
esprimendo qualcosa artisticamente vero

che non sia arte fine a se stessa ma per donar carica
a chi riceve l' effetto, della causa, dell' opera
tra presente e futuro, ora, domandiamoci perche'.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Grazia Denaro il 26/01/2012 21:26
    Le considerazioni di queste domande sono molteplici, dovrei capire bene per rispondere.
  • Anonimo il 26/09/2011 11:01
    riflessione giusta Raf... anche se bisognerebbe riflettere a lungo visto che le cause di questi problemi purtroppo sono molteplici... bravo comunque...
  • Anonimo il 25/09/2011 13:40
    Penso che per noi umani metterci in discussione e fare tesoro dei nostri errori sono le cose più difficili che ci siano...
  • Ettore Vita il 24/09/2011 18:03
    Quando c'è un problema importante le cause sono sempre molteplici.
    Ne elenco alcune:
    - la natura dell'uomo, lupo per gli altru uomini;
    - le ideologie e spesso le religioni (quindi il modo di vivere e le guerre intestine);
    - il clima (è un fattore che spesso non è tenuto in considerazione);
    - lo sfruttamento da parte degli altri stati;
    - la mancanza di democrazia;
    - la povertà e l'arretratezza tecnologica: chi è povero non riesce a competere;
    - ...
  • Giacomo Scimonelli il 24/09/2011 16:43
    domandarsi il perchè non è facile... questo è il problema... ottima riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0