username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tra gli scogli

Tra gli scogli
c'è uno strano sapore in questa stagione,
il movimento leggero di ammansite onde
si sposa col riposo d'instabili pietre,
e nascono in anfratti sottomarini,
tra le alghe e i ricci di mare,
le future generazioni di pesci.

Due pescatori osservano
con misurato silenzio le increspature,
i ritmici spostamenti d'acqua,
solo la canna trasparente trasuda
l'immobilità apparente del vicino fondale,
che respira,
ma non emerge.

I loro occhi sanno bene
che la rassegnazione è nemica della passione,
e vanno avanti,
sotto la luce innaturale delle lampade,
è sempre stato il sole
a stancarsi prima di loro.

Io faccio marcia indietro,
e riparto,
porto con me solo qualche sprazzo
della loro serena lentezza,
un odore che resiste a lungo,
anche quando l'orizzonte
si colora del solito nero,
consumato asfalto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Maurizio Cortese il 30/09/2011 19:40
    È un piacere rileggerti, superbo descrittore d'attimi che nella tua poesia s'eternano.
  • giorgio giorgi il 26/09/2011 14:20
    Attento osservatore ed amante del mare e della sua gente, bella per immagini, musicalità e situazioni questa tua poesia.
  • Anonimo il 26/09/2011 06:16
    all'applauso degli altri autori che mi precedono, aggiungo anche i miei.
    "Io faccio marcia indietro, / e riparto,", c'è in questi versi, la volontà d'un uomo cosciente a doversi proseguire, l'esperienza "forse" ha insegnato qualcosa. Ma l'amore non si avvale di esse. In amore si è sempre innocenti. Complimenti-
  • Manuel Cassina il 25/09/2011 21:35
    Molto "visiva"... bella!!
  • Flavia Castelli il 25/09/2011 20:42
    Bellissima! Mi è sembrato di vederli mentre sullo sfondo il sole cominciava a tramontare... complimenti!
  • Michelangelo Cervellera il 25/09/2011 20:01
    Bella la descrizione della vita dei pescatori riassunta in pochi ma significativi versi.
    Michelangelo
  • Anonimo il 25/09/2011 19:35
    Salvatore, le ultime tue mi piacciono tanto. Bellissime e significative descrizioni. Bravo!
  • Ettore Vita il 25/09/2011 19:01
    Bella la descrizione, bellissimo il contrasto tra la calma piatta del mare e dei pescatori e l'asfalto nero e consumato che richiama il ritmo frenetico della vita.
    Gli ultimi versi:
    porto con me solo qualche sprazzo
    della loro serena lentezza,
    mi richiamano i pastori di Gabriele D'Annunzio...
  • Dora Forino il 25/09/2011 18:57
    Versi descrittivi che mettono in risalta la serenità dei due pescatori che osservano
    con misurato silenzio le increspature delll'acqua... E sanno che è importante essere pazienti! Bella metafora di vita!
  • Diana Moretti il 25/09/2011 17:44
    Magica descrizione. Bravo
  • Ada Piras il 25/09/2011 15:40
    Anche quando l'orizzonte si colora di nero, non arrendersi ma andare avanti
    potando quello che di buono abbiamo ottenuto con tanta passione... Bella.
  • vincent corbo il 25/09/2011 14:51
    wow e questa da quale cilindro magico è uscita?
  • loretta margherita citarei il 25/09/2011 14:50
    intensa, gente di mare esperta che non molla, molto descrittiva, bellissima poesia, complimenti salva, 1 bacione
  • Clodia. il 25/09/2011 14:27
    è forse questa la differenza fra coloro che vivono la natura e coloro che scelgono semplicemente di osservarla?
  • anna rita pincopallo il 25/09/2011 13:24
    bella poesia piacevole nella lettura e nei contenuti bravissimo
  • karen tognini il 25/09/2011 13:18
    E sei bravo Salva.. questa mi è piaciuta moltissimo...
    ciao e buona domenica...
    k
  • Bruno Briasco il 25/09/2011 13:18
    omplimenti davvero. È la prima volta (credo...) che ti leggo e ne sono felice. Bravissimo nell'interpretare Natura e pazienza. Osservazioni personali che arricchiscono l'animo e ti rendono "padrone del'Universo".
    Bravo!
  • Elisabetta Fabrini il 25/09/2011 13:05
    Complimenti Salva... veramente una poesia coi fiocchi!! Quando ti ci metti sei bravo, mannaggia!!!
    ciao Ely
  • Giacomo Scimonelli il 25/09/2011 12:17
    ''... I loro occhi sanno bene
    che la rassegnazione è nemica della passione,
    e vanno avanti,
    sotto la luce innaturale delle lampade,
    è sempre stato il sole
    a stancarsi prima di loro...''

    versi ben stilati... lettura piacevolissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0