accedi   |   crea nuovo account

Scampoli di amarezza

masticando Bukowski
sotto la malinconia di una lampada logora e polverosa
sorseggiando vino
seduto su un letto tristemente vuoto
ricoprendosi di amaro
per non aver provato a provare.
Gesù quanto mi sento solo!

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 07/02/2012 08:42
    tristezza, solitudine son parte di noi, ma il rimpianto di non aver... no quello strugge l'anima...
  • vincent corbo il 05/10/2011 16:21
    senso di vuoto e desolazione attraversano questa poesia come un'ombra: trasmette comunque un'energia inattesa nell'ultimo verso.
  • vincenzo rubino il 29/09/2011 10:21
    grazie forse hai dato una lettura che inconsciamente devo aver trasmesso.. nel senso che l'ultima strofa è una esclamazione tanto genuina quanto inconsapevole nel senso che forse non chiedevo un aiuto diretto a "Gesù" ma è un espressione che tante volte ho sentito dire a persone a me vicine in modo così spontaneo da esserne colpito profondamente tanto da farla mia.. ciaoo grazie per il passaggio e a presto.
  • michela salzillo il 28/09/2011 11:25
    Apprezzo molto questa tua, che ritengo essere tanto bella. Il dolore è uno stato dell'essere, che ha pari dignità di tutti gli altri, quindi è giusto parlarne. La tua"SOLITUDINE!, però, ha un qualcosa di positivo, mi spiego meglio: Quando nell'ultima parte invochi l'aiuto di Dio, dimostri che sei consapevole di non essere solo... anche se in quel momento tutto, intorno, ti appare incomprensibile. Cinque stelle per te, complimenti!!
  • vincenzo rubino il 27/09/2011 12:01
    concordo.. solo che un malessere dell'animo è un malessere dell'animo e far finta che non ci sia o non riuscire a sublimarlo in qualcosa di più alto non ti fa stare meglio.. detto ciò la penso come te essendo io per natura un animale abbastanza solitario
  • Anonimo il 26/09/2011 18:37
    Bisognerebbe imparare ad amare la Solitudine, non ad averne paura o a lamentasene, visto che per la maggior parte della nostra vita, se non sempre, siamo soli..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0