PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una cena per due

co quattro salti er gatto
raggiunse lui pe primo
er cibbo drento ar piatto
er cane un "pò" incazzato
je fece: - adesso dimo
che si te sei magnato
la cena che me spetta
te spezzo l'ossa e stimo
che mori entro un oretta -
er gatto pensò: - come?
ma che ce vede appena?
ormai c'è solo er nome
ch'è scritto come invito
sur piatto de la cena..
da mò ch'io so sparito!

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0