accedi   |   crea nuovo account

Coprimi.

Frettolosi colori
rastrellano.
Consumano.
Mi faccio largo
tra vetrine di assordanti
umori.
Potrei rivestirmi di fama!

Solo fame.
E chino lo sguardo impotente..
Compro sogni e stima.

Lo specchio mi urla
impietoso
il suo disprezzo per l'anima
spoglia.
Malinconica insegna.
Minuto tassello
anonimo.

Tappeti di soffocanti
copertine lucide
abusano i miei occhi
e la mia pancia.

Niente sembra
mai
coprirmi abbastanza.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Diana Moretti il 05/10/2011 12:05
    Grazie Vera del tuo apprezzamento.
  • Anonimo il 04/10/2011 15:25
    Da dedicare a tutti coloro che non sanno vedere il dolore altrui. Efficace. Immediata.
  • augusto villa il 16/10/2008 01:42
    Bella!... Trasmetti molto bene un sentore che spesso mi prende per mano... Vedo che lo conosci bene anche tu... Brava!!!
  • Elena Ballarin il 15/10/2008 17:27
    interessante, soprattutto come termini il tutto. complimenti.
  • IGNAZIO AMICO il 19/07/2008 21:06
    Introspettiva, ricche ed efficaci immagini, scritta molto bene. Piaciuta tanto. Brava.
  • laura cuppone il 02/02/2008 16:35
    Mia carissima Diana.. il senso di "nudo" vuoto a volte si prova con insistenza verso se stessi... e non é sempre giusto fare un'autocritica spietata.. perché non sempre é colpa nostra... ti dirò che avere freddo mi ha aiutato a volte davvero a capire il valore di una coperta, calda, confortevole, magari non di seta, anzi, ma vera e sincera... Resta le bella persona che sei... e non avrai mai freddo!! un abbraccio
    laura
  • Antonio Pani il 28/05/2007 18:43
    Uno scritto intenso e molto sentito, ricco di sensibilità ed attenzione. Molto bella ed apprezzata. Brava, a rileggersi, ciao.
  • Ugo Mastrogiovanni il 25/05/2007 15:24
    Versi colorati di giovinezza e di velata maturità; piacevolisimi.
  • Michelangelo Cervellera il 24/05/2007 22:26
    Molto piaciuta. Niente sembra mai bastarmi, cerco sempre oltre e spesso non so esattamente cosa cerco.
    Brava.
  • Notari Silvano il 23/05/2007 14:47
    "Lo specchio mi urla
    impietoso
    il suo disprezzo per l'anima
    spoglia." Queta quartina è l'anima di tutto il testo, che trovo di una grande contemporaneità. Piaciuta molto.
  • roberto mestrone il 22/05/2007 11:54
    Ottima introspezione personale...
    Brava!
    Ro
  • Anonimo il 22/05/2007 10:31
    Veramente bella... esprime benissimo il conflitto tra essere ed apparire.
    Brava!!!
  • lory giacobbe il 22/05/2007 10:14
    Potrebbe sembrare una cosa scontata dicendo che la vera bellezza e' quella interiore?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0