accedi   |   crea nuovo account

Se mai Verbo fu davvero!

La copia fu conforme
al Verbo originale
se mai Verbo fu davvero!

E dalla copia
la copia, e la copia
della copia

che ritrovata,
fu segretamente
reimpostata.

Da poteri arroganti
per intrighi deliranti
cui effetti ancora

paghiamo della causa
che poi tra caso e caos
e troppa luce,

non si vedono più stelle!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 30/09/2011 17:59
    Questi versi tratteggiano ironicamente il motivo della perfezione e dimostrano il profondo impegno del poeta a sviscerare un tema che mette tanta rabbia se ci si guarda intorno. I poteri arroganti sono convinti di risplendere di luce propria e di potersi sostituire a quella delle stelle; per la maggior parte dei loro accoliti non c'è altra luce migliore, per me e per moltissimi è buio e più è pesto più ci fa godere quella delle stelle.
  • Anonimo il 30/09/2011 09:33
    Mi fa riflettere molto, Raffaele... su ciò che facciamo e sul nostro vivere... mi piace
  • michela salzillo il 30/09/2011 00:33
    Versi molto particolari! Concordo con la riflessione espressa da Marianna!
  • Marianna Sabia il 29/09/2011 11:06
    Un'ottima riflessione sulle nostre origini e del perchè siamo qui. Versi ben espressi che racchiudono l'inquietudine e la paura. Abbi fede. Buona giornata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0