PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vorrei volare

Come un cazzo moscio
mi affloscio
su una sedia
sento l'indifferenza
dei cuori l'inconsistenza
sembra un punto nero
manca l'essenza.

Poi in piedi mi rialzo
è un inganno
non c'è nessun altro
nessuno capisce il mio stato
manca l'empatia
il cervello fuori uso
il motore spento.

E vorrei volare
superare ogni ostacolo
ma con i piedi resto per terra
sono legato da una maledetta scelta
e finché non troverò pace nell'animo
sarò costretto a subire
un colpo, un calcio
una ferita, l'ennesima minaccia
un taglio, uno squarcio
finché a brandelli non sarà trasformato.

Vorrei volare
ma non ho scelta
posso solo strisciare.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0