accedi   |   crea nuovo account

Il Whisky della libertà!

Coloro che una volta avevano rubato i nostri obelischi
imponendosi flagelli ed embarghi si presentano come santoni
dicendo siamo ora buoni... bevete il nostro magico "whisky"
della democrazia; siamo uomini o animati cartoni!

Ed assordanti risuonano in mille echi
Parole come rivoluzione, libertà, diritti
generando infiniti ribellioni ed alterchi
e facendo rivoltare sciiti contro sunniti...

Ricchi contro poveri, maroniti contro alaouiti
Ed io guardo sconvolto e mi domando
se sono tutti ubriachi o impazziti
Lo spettacolo non è affatto giocondo

Ma dal laido e dall'immondo
potrebbe nascere il bello e il leggiadro
dipende se l'ebbrezza ha un effetto profondo
e se l'uomo la smetta d'esser ladro

I ladri sono quei monaci che pertanto
si presentano dicendo convertitevi, amatevi oh fratelli!
Con in mano le ostie e il vin santo...
Siamo qui per alleggerire i vostri fardelli

Ma io dico oh voi alaouiti, beduini curdi e drusi
Attenti ai veleni e trucchi nascosti!
Rimanete uniti, massa d'incantati e d'illusi
Maledetta ebbrezza che vi renderà eterni opposti!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 01/10/2011 18:17
    bellissime profonde riflessioni molto apprezzata bravo
  • Hamid Misk il 30/09/2011 22:38
    grazie di cuore Federica... lei è una persona sensibile.
  • Federica Cavalera il 30/09/2011 20:17
    Molto impegnata questa tua poesia molto piaciuta per il contenuto e anche per i termini scelti non banali. Poesia che scuote gli animi ed è questo che dobbiamo fare non addormentarci sugli allori ma scrivere e descrivere quello che ci accade intorno e non girare la testa altrove.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0