accedi   |   crea nuovo account

Mia stella, un angelo per te

Stella,
luminosa sembri dir parole d'amor
da non poter ascoltare.
Il dolce suono del tuo brillar,
ci ridan vita nelle notti romantiche.

Stella tu,
come spettatore non pagante,
vedi spiagge macchiate di delitti di sangue del sud
che il mar non ha ancor portato via.
Vedi i tuoi lontani figli,
pesci di un mare ancora troppo inquinato
e onde che fanno assordante rumore.

Mia stella,
lo so
vorresti fuggire..
Sei lì
viva o giacente nel chissà
costretta a guardare
gioie e dolori
vita e morte
il tutto e il niente.

Come un kamikaze
avresti potuto farti esplodere
baciando la terra,
ma non hai voluto farci del male
perchè noi già siamo il male.

Forse un angelo
di tanto in tanto
ti incontrerà
e ti chiederà la direzione migliore
come tu la indichi a noi marinai
dispersi in questo oceano di crudeltà.

Oh mia stella,
non morire mai
dammi almeno la speranza
nell'ultimo dei miei giorni,
di sentire forte la tua luce
e magari
di poter restare

su di te,
per sempre.

 

l'autore Raffaele Severino ha riportato queste note sull'opera

Racchiude una speranza di vedere un eventuale altro mondo dopo la morte, sempre lucente, "musicante" e pacifico.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/12/2013 09:31
    Molto apprezzata, complimenti.

10 commenti:

  • Raffaele Severino il 14/10/2011 20:48
    Grazie per il sostegno Michela! Presto ne pubblicherò qualche altra...
  • michela salzillo il 13/10/2011 23:20
    Concordo a pieno con il concetto espresso dal signor Ugo, davvero bella. Bravo!
    P. s. Non devi avere nessuna paura, non sei sotto esame, al massimo puoi ricevere un "non mi piace". In quel caso fregatene, perchè è il risultato di un parere soggettivo, per cui, ci sta che a gusto personale una poesia non possa piacere. Nel caso di una critica costruttiva, il discorso cambia: Meglio un parere "scomodo" che faccia cresccere, piuttosto che un plauso fine a se stesso.
  • Raffaele Severino il 02/10/2011 22:20
    Grazie Fede!
  • Federica Di Eleonora il 02/10/2011 22:13
    Davvero una bellissima poesia. Molto bravo, i miei complimenti!
  • Raffaele Severino il 02/10/2011 17:47
    Grazie a tutti!! Spero di essere all'altezza anche per altre poesie... ma ho po' "paura" ...
  • loretta margherita citarei il 02/10/2011 17:39
    molto bella ed originale bravo
  • Raffaele Severino il 02/10/2011 15:47
    Grazie Ada. Diciamo che quando non è dedicata ad una persona, è un po' più complesso... però quel giorno ero ispirato. Sono nuovo in questa comunity, non avevo mai pubblicato le mie poesie da nessuna parte... ma qualcuno mi ha fatto ricredere...! Il sig. Ugo effettivamente, ha analizzato in poche parole il tutto con estrema precisione ed efficacia! Grazie Ada!
  • Ada Piras il 02/10/2011 15:24
    Ugo è molto bravo nei commenti... Meravigliosa è per me... complimenti sinceri.
  • Raffaele Severino il 02/10/2011 11:58
    Grazie sig. Ugo
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/10/2011 10:18
    Bello il tema di questo autore; si rivolge ad una stella con cuor di pietà e canto di gioia; trasformandolo in poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0