PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La castagna

non pensarmi
spigolosa
chiusa in me stessa
come fossi un riccio.

Non giudicarmi
insensibile
alle tue parole d'amore
sol perchè
par non voglia
ascoltarle
e cambio discorso
convogliandolo
in altra direzione.

Gli spini che tu vedi
li ho messi a protezione...
il mio cuore, troppo ferito,
come la castagna,
si protegge.

C'è anche da dire
che è poco che ti
conosco
e ancor di te diffido.

Ma se tu
avrai la pazienza di amarmi
come mi si deve amare
dimostrandomi che per te
sono preziosa

vedrai il riccio aprirsi
e le mie tre castagne,
corpo, cuore ed anima,
saran solo per te.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • giorgio giorgi il 22/12/2012 18:13
    Che azzeccata metafora in questa bella poesia e mi sa
    che questo riccio ha proprio voglia di aprirsi!
  • Anonimo il 04/10/2011 19:12
    Questo è tempo di castagne, e la metafora appare appropriata. Apri il tuo riccio solo quando sarai sicura.
  • Anonimo il 03/10/2011 16:11
    sicuramente funzionano le spine, peccato che qualche volta non vogliano offendere... ma difendere... neanche tanto quello, quando si è troppo dolci nell'anima s' ispirano solo delle bontà. un bacione Salva.
  • Anonimo il 03/10/2011 08:37
    Ehm, una lettera aperta, doverosa verso se stessi. L'amore forse fa scalare cime inviolate, ma, precipitare in baratri incredibili. Specie se a sorpresa ti getta giù, colui che con fede ti eri affidata. Bastava rimetterti a terra, perchè la crudeltà di vederti soffrire! Dolce Loretta, capisco questa tua diffidenza. Con affetto ti saluto.
  • rosanna gazzaniga il 02/10/2011 21:35
    Dolcissima poesia: un amore apparentemente arrendevole, ma che pure si svela e mostra le spine. Molto bella, atteggiamento vincente!
  • cristiano comelli il 02/10/2011 21:33
    La metafora della castagna per indicare il dilatarsi del cuore verso emozioni sempre nuove e arricchenti è geniale. E ci insegna parecchio in un'epoca nella quale purtroppo qualcuno invita invece il cuore a restringersi e a rifugiarsi dietro gli spini per il timore di sbagliare o di ritrovarsi solo.
  • roberto caterina il 02/10/2011 19:51
    Bella poesia e un grande insegnamento d'amore. Mi piace molto.
  • Anonimo il 02/10/2011 19:08
    vedrai il riccio aprirsi
    e le mie tre castagne,
    corpo, cuore ed anima,
    saran solo per te.

    Bellissima Lor, ti comprendo... e ti do ragione! Tu però... sei un'amore di castagna...
  • Giacomo Scimonelli il 02/10/2011 17:53
    sei troppo forte Loretta
  • Anonimo il 02/10/2011 17:19
    bellissima visione lor... una gustosissima castagna... bella
  • Ada Piras il 02/10/2011 15:56
    Una amore di castagna... Molto bella anche in senso figurativo.
  • karen tognini il 02/10/2011 14:06
    Sarai una dolce castagna... candita d'amore...
    Bacio grande Lor.. sei meravigliosa!
  • Don Pompeo Mongiello il 02/10/2011 12:28
    Un laudo più che meritato per questa tua eccezionale!
  • Cinzia Gargiulo il 02/10/2011 12:06
    Più che giusto... chi ama davvero sa avere anche la pazienza di aspettare che l'altro sia pronto ad accogliere il suo amore.
    Ottime metafore...
    Buona Domenica Loretta...
  • Vincenzo Capitanucci il 02/10/2011 11:38
    Molto bella L'Or... in Amor bisogna aver la pazienza... di dimostrare... la propria sincerità... in questa luce... il riccio si apre... lasciando cadere ogni spina... di protezione...
  • Anonimo il 02/10/2011 11:03
    Bella quanto vera, questo passaggio poi mi è piaciuto molto -
    Gli spini che tu vedi
    li ho messi a protezione...
    il mio cuore, troppo ferito,
    come la castagna,
    si protegge.

    Poesia di pregio.
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/10/2011 10:35
    Un amore che timidamente difende il suo amore, ma non lo nasconde; tecnica da esperta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0