PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Innocenza

Liberami, ti prego
da questa vita..
Da tutto questo silenzio
che governa le mie notti,
che soffoca i miei giorni..
Resuscitano lentamente
frammentari pentimenti, nostalgie in posa
in fondo al cuore..
Sorde urla s'infrangono leggere
ai tuoi confini,
come fantasmi che s'arrampicano
su percorsi sconnessi ed incidentati,
su strade impossibili da percorrere,
su distese illimitate e sbiadite..
Libera ti prego
quest'anima accampata in un sogno
d'altri tempi..
Un'ultimo sguardo volgimi allora,
con quegli occhi verdi di bottiglia
per gustare il sapore di un peccato innocente,
per dare alla morte
una carezza di splendore...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0