PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Zoppicante

Congelata dal silente
mormorio delle
vane speranze,
mi incammino sola
verso l'alba
dell'ultimo sole,
come se fossi in
balia del tempo.

E questa orfana vita
sarà scandita dal
rumore dei miei
passi incerti,
persi nel vento.

 

l'autore Luana D'Onghia ha riportato queste note sull'opera

04 Ottobre 2011


0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Grazia Denaro il 06/02/2012 16:35
    Bei versi, complimenti Luana.
  • Anonimo il 04/10/2011 23:01
    "mi incammino sola
    verso l'alba
    dell'ultimo sole"

    L'ultimo sole di oggi potrebbe essere il primo di domani, il primo di tanti altri splendidi soli. Incamminiamoci, per oggi, e lasciamo che le vane speranze ci congelino nel tempo nesessario per sciogliere la neve e riprenderci i nostri sogni... Capisco che sia difficile, senza la guida di Cesare Augusto, ma nel nostro piccolo dobbiamo riuscire ad andare avanti anche senza di lui...
  • loretta margherita citarei il 04/10/2011 22:35
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0