accedi   |   crea nuovo account

La fine

Piccola amica prigioniera
di un gioco perverso.
Chiusa in un'ampolla di vetro
speravi nella libertà di una giustizia,
ed hanno sigillato anche il tappo,
la tua ampolla resterà chiusa.
Sento nel mio cuore
la tua paura di quando un gioco
è divenuto terrore e morte.
Sento la tua paura di quando
il tuo stesso sangue
scorreva lungo il corpo
e con gli occhi hai cercato
pietà e grazia ai tuoi aguzzini.
Sordo è stato il loro cuore
e avean da ultimare il gioco.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 24/10/2011 18:40
    versi intensi... ben stilati... piaciuta
  • Alessandro Guerritore il 09/10/2011 15:09
    Certamente tragica di una fine annunciata.
    Forte la tua immaginazione di questa descrizione, ma palese la tua assenza emotiva sul luogo del delitto.
    Piaciuta.
  • loretta margherita citarei il 05/10/2011 17:10
    intensa molto bella complimenti
  • davide il 05/10/2011 09:34
    chi ha il coraggio di fare questo non credo abbia orecchie per sentire urla disperate di violenze subite
  • Anonimo il 05/10/2011 09:20
    Uhhhh mette proprio paura. Ma è bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0