PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'amore

Tu che controlli i miei impulsi
Parlo a te
dove oggi mi dai un letto di aghi
e domani mi riservi
petali di rose per curarmi ferite.
Mi rendi schiavo nel tuo significato
molteplice, divino, spirituale,
ti manifesti nel perdono dei peccati
Mi dai ali per portarmi
in paradiso e forza per risalire
dall'inferno.
Tu che ci partorisci con un cuore
per poterti sentire nelle tue sfumature,
ci cuci addosso questo tuo sentimento,
ci scorri nelle vene.
Tu che sei semplicemente Amore.
E inutile che io ti cerca,
sei già dentro...
dove hai solo il bisogno
di essere manifestato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ada Piras il 05/10/2011 19:15
    "E inutile che io ti cerca,
    sei già dentro di me."Hai espresso bene l'amore... Bellissima.
  • loretta margherita citarei il 05/10/2011 17:06
    piaciuta molto gradevole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0