accedi   |   crea nuovo account

Barbara

Torna il rintocco dell'antico duomo,
l'incipit dio,
l'eco di Eva è una donna che non mangia più.
C'è un momento preciso
in cui vorrei regalarti il tuo segreto.
È la fioritura di maggio,
la lavanda che vuole vivere,
nessuno scorge il lillà
che cade a terra.
Vivi provenza,
noleggio una Diana sai
e ti suono sotto casa.
Spogliati.
Auguri, velluto e nuova moglie.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • francesca cuccia il 18/10/2009 13:10
    Bella complimenti
  • Valerio Palma il 23/05/2007 00:00
    Molto bella e particolare...
    A rileggerti,
    Vale
  • laura cuppone il 22/05/2007 23:48
    Barbara, un nome importante... spero e prego. bella la tua poesia. Bravo. L
  • Diana Moretti il 22/05/2007 19:57
    una ermetica evocazione di immagini.. concordo con roberto, ma che non risulta in astrusità ostica ma esalta la vitalità dei versi. Bravo. A rileggerci.
  • roberto mestrone il 22/05/2007 19:00
    Natura, sacro e profano fusi, con ermetici versi, in poche righe...
    Bravo comunque..
    Devo rileggerti...!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0