accedi   |   crea nuovo account

Il tour dello sceicco

Nel salone dei cinquecento
da cinquecento turisti
eccone solo dieci.

Nell'ordine: uno sceicco
che ha programmato la visita
in Palazzo Vecchio

il magnate che te magno, americano
che parla per la sua tivu' con lui
il cameramen e l'addetto audio

e tot guardie del corpo.
Ma insomma siamo di nuovo sotto assedio
un paese sotto scacco degli emirati

dei cinesi, dei francesi, dei tedeschi,
degli americani, delle basi Nato
delle escort e degli scortati.

 

0
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 29/08/2013 15:48
    molto reale e musicale questa tua che come quadro tinge una parte di realtà vissuta a dar visuale ad una realtà odierna
    bella

8 commenti:

  • Raffaele Arena il 06/10/2011 21:22
    Una realta' vissuta sulla pelle, e che paura vedere tutte quelle guardie del corpo, roba da fare un movimento sbagliato, e come dice il grande Lucio Dalla, quelli "ad ogni piccolo movimento spara!"
  • Anonimo il 06/10/2011 16:38
    Poesia significativa, vera... e condivisa!

    Bravo!
  • STEFANO ROSSI il 06/10/2011 13:34
    Umorismo toscano che ti fa riflettere...
  • Raffaele Arena il 06/10/2011 10:46
    Grazie per La Vostra attenzione! Un saluto a tutti!
  • Anonimo il 06/10/2011 10:36
    Perché siamo un paese?
  • mariateresa morry il 06/10/2011 10:13
    Molto ironica... il magnate che te magno veramente originale... puro spirito graffiante toscano!
  • Ada Piras il 06/10/2011 10:10
    Ironicamente metti sempre del vero...
  • Anonimo il 06/10/2011 09:06
    Mi piace, divertente e chiarissimo specchio dell'economia di oggi e dell'attualità... complimenti, Raffaele!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0