accedi   |   crea nuovo account

La notte

Una pallida stella compare e scompare,
una nuvola nera le fa marameo...;

un grillo dal canale placido stride
poi un rauco rospo
ne arresta il cricrì;

dalla quercia possente
una civetta fa sussultare il mio cuore
poi tace...
splende la luna
e il cuore s'acquieta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 06/10/2011 22:37
    Ti piacciono i notturni vedo Particolare questa poesia, di sapore pascoliano - nelle immagini, nell'uso delle onomatopee, non nella inquietudine di fondo, che non appartiene ai tuoi versi - mi è piaciuta
  • Raffaele Arena il 06/10/2011 21:44
    Mi "allego" ai complimenti qui sotto fatti. e placidamente assorto, volentieri, volgendo gli occhi al cielo ecco che "splende la luna
    e il cuore s'acquieta."
  • loretta margherita citarei il 06/10/2011 18:02
    gradevole complimenti
  • Ada Piras il 06/10/2011 16:58
    Bellissima Ettore... tanto... bellla.
  • Ettore Vita il 06/10/2011 16:45
    Nella mia casa di campagna si sentivano tanti "rumori" quando calava la notte, uno spegneva l'altro, ma quando splendeva la luna piena e l'animo era sereno il cuore si acquietava.
    Grazie a tutti voi dei commenti.
  • Anonimo il 06/10/2011 16:36
    Bellissime immagini Ettore. Piaciuta moltissimo!
  • Ferdinando Gallasso il 06/10/2011 12:22
    Poesia sognante, semplice e profnda al tempo stesso, di ottima ispirazione.
  • Anonimo il 06/10/2011 10:58
    Immagini belle e intense. Piaciuta molto.
  • Elisabetta Fabrini il 06/10/2011 10:57
    Molto belli i tuoi versi... regalano serenità!
  • laura marchetti il 06/10/2011 09:49
    immagini quasi come flash di una fotografia nel buio... un occhio che scruta, un cuore che ammira

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0