username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Oh soave

Non ho che frammenti di vetro tra le dita...
una piuma cade lieve... morente
tinta di un nero dagli scarlatti riflessi
Una luce dorata carezza il suo profilo... affettuosa madre
mentre cullata nel suo discendere
le do l'addio
Lacrime d'impalpabile cristallo... un bacio di bollente nostalgia o tu che ti posasti tra i seni d'un angelo... che sfiorarsti folli e dannati con compassionevole tocco ed ora
mi scivoli, lenta, dalle mani, giaci fra labbra immortali... oh soave

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Kartika Blue il 11/10/2011 13:41
    5 stelline per queste tue soavi e profonde parole!
  • Anonimo il 06/10/2011 23:20
    Molto bella e sentita.
  • teresa... il 06/10/2011 20:43
    fantastica poesia molto molto sentita. Bravo
  • loretta margherita citarei il 06/10/2011 17:32
    toccante bella poesia
  • Marco Ambrosini il 06/10/2011 16:44
    lo so... dobbiamo parlare noi due
  • Gianni Spadavecchia il 06/10/2011 16:40
    Molto bella e profonda Scusami se quando le leggo a scuola sono molto freddo ma non sto passando un bel periodo.. scusami.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0