PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Diario perpetuo

Inquadrati in linee oscure
i manifesti giorni dell'anno
seguono il fato di ogni calendario
in ondulate settimane quasi anonime
per compiere il destino che separa
con alterni passi di danza
le drammatiche sentenze dell'anima:
bugiardi "mai più" e menzogneri "per sempre"

Caro diario aggredito dai numeri dell'Anno
possibile strada poco sfruttata dai lampi di coscienza
trasudi di sentimenti legati a odiose date
ricordi appassionati di un sempre più lontano ieri
quale senso mi spinge a ricommettere i medesimi errori?
-scommesse clandestine di me stesso
In velati discorsi nascondi ore perse di sonno
-liberatorie indulgenze di crimini commessi

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Salvatore Masullo il 06/01/2013 18:48
    Un calendario quale protagonista dei giorni, incasellati tra strisce orizzontale e/o verticali, a testimonianza del tempo che scorre e date trascorse. Come una clessidra, il tuo calendario s'annota il tempo e gli avvenimenti che riserva il destino. Brava la cadenza e il valore delle parole.

4 commenti:

  • Paolo il 02/01/2012 19:42
    Perdonati, tu non hai scelta.
  • Anonimo il 10/10/2011 20:26
    da un semplice oggetto quale un diario... ne è uscita tramite la tua abile penna una lirica bellissima... bravo
    carla
  • Ugo Mastrogiovanni il 10/10/2011 11:37
    ... bugiardi "mai più" e menzogneri "per sempre"; bellissimo, è già poesia.
  • loretta margherita citarei il 07/10/2011 17:36
    piacevole poesia bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0