accedi   |   crea nuovo account

Sola

Mi alzo ora dal letto
dove sono stata ranicchiata fino ad ora.

Le persiane chiuse
la pioggia che rumoreggiava sul tetto
una flebile luce che entrava
io lì chiusa tra le mie braccia
sguardo perso nel vuoto
lacrime che uscivano a fiumi.

Chiusa tra le mie braccia
le sole che possono darmi conforto
occhi incapaci di vedere non tanto per il buio obbligato
quanto per la cecità nella vita
per non voler vedere ciò che non si vuole vedere
lacrime che cadono ormai senza sosta
sfogo inutile di un niente.

Mi alzo ora dal letto
dove sono stata ranicchiata fino ad ora
fuori c'è il sole
il temporale è passato
trovo un sorriso domato da un pensiero felice.

Sorridi al nulla che hai
accetta il niente che vivi
perdona te stessa.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • stella luce il 27/10/2011 07:39
    grazie... bellissima la vosta attenzione un abbraccio a tutti
  • luigi granito il 26/10/2011 19:33
    Aha dimenticavo, un abbraccio
  • luigi granito il 26/10/2011 19:32
    Il nulla ci spaventa, non aver nessuno ci angoscia, rende la vita vuota e ci si chiede per cosa valga la pena vivere,
    a volte non trovo risposte, ma vorrei stringere forte chi non ha nulla perchè amo chi si sente smarrito come me
  • Anonimo il 18/10/2011 14:34
    hai ragione stella... nel nulla.. quando pensi che tutto sia inutile si trovano a volte si intravedono risposte... e sono con te quando dici che ci si può sentire soli tra tanta gente... un bacio molto bella
  • Bruno Briasco il 11/10/2011 20:16
    Parli al "passato" quindi mi auguro sia tutto finito. Poesia triste in cui intravvedo una via d'uscita: il sorriso ed un pensiero felice. Chiusa in crescendo. brava!
  • Anonimo il 10/10/2011 13:34
    Ti sento triste, ma non sei doma. Brava.
  • stella luce il 10/10/2011 09:20
    grazie a tutti... per i vostri commenti... nel nulla si trovano alle volte le risposte... e gianni alle vote si è soli anche con affianco un mondo di persone... la solitudine dell'anima è credo al sola che possa davvero fare male... ciao a tutti ed a presto...
  • Aedo il 09/10/2011 20:51
    Poesia molto bella e ricca di significati esistenziali: solo accettando il proprio nulla, si può trovare un senso alla vita, anche se densa di delusioni.
    Ignazio
  • Gianni Spadavecchia il 08/10/2011 23:52
    Molto bella! Ma scusami, non riesco a capire il concetto di sola. Mi scuso nuovamente.. intendi dire che ti proteggi e consoli dalle tue braccia? Sola? Senza nessuno accanto?
  • Francesca La Torre il 08/10/2011 09:52
    Bellissima, il finale e' la sintesi perfetta di tutta la poesia, molto sentita e vera. Piaciuta molto.
  • Anonimo il 07/10/2011 21:24
    Molto sentita la tua poesia...

    Sorridi al nulla che hai
    accetta il niente che vivi
    perdona te stessa.
    Brava
  • loretta margherita citarei il 07/10/2011 17:23
    bella la chiusa, apprezzata
  • Anonimo il 07/10/2011 16:02
    Le ultime tre parole sono quelle che trovo emplematiche. Non conta la disgrazia all'origine, quanto la forza di una simile soluzione
  • Salvatore Maucieri il 07/10/2011 15:42
    Triste questa tua. Io sarò con te, sempre. Ciaoooooooooooooooo
  • Elisabetta Fabrini il 07/10/2011 15:04
    Parole intrise di dolore e amarezza... uno stato d'animo che fa soffrire anche chi non è personalmente coinvolto...
    Bella bella Stella!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0