PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quanto sangue!

La vidi la' esile, al mattino
un po' grassoccia, addormentata
che quasi mi fece tenerezza.

Ma con l' elastico, presi la mira
e la spiaccicai al soffitto.

Quanto sangue la zanzara,
mi aveva succhiato!
Con un po' d' alcool ho poi smacchiato!

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Grazia Denaro il 26/01/2012 22:40
    Le zanzare sono pestifere, d'estate ci danno il tormento, non ti crucciare se ne hai spiaccicata una, hai fatto bene Raffaele.
  • senzamaninbicicletta il 10/12/2011 10:54
    molto simpatica e vendicativa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0