PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pena di morte

Solo oggi ho capito cos'è la morte.
Quello che ho fatto non ha niente
a che fare con la sorte.
Eppure ieri ero come te,
al mattino facevo
il segno della croce,
mentre ora in silenzio
non ho più la mia voce.
Anch'io prima, come tutti, ho amato.
Poi come un folle, ridendo, ho sparato.
Fino a ieri pregavo in ginocchio,
domani, purtroppo, mi son perso d'occhio.
È strano anche tu hai usato la sorte
Quello che hai fatto,
non far finta di niente,
mi ha portato soltanto alla morte.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 08/10/2011 17:06
    profonda poesia complimenti
  • mariateresa morry il 08/10/2011 09:40
    Un uomo si è smarrito, ma ciò non avviene mai senza alcuna ragione... Hai reso bene il cambiamento avvenuto e ad anche inesorabile.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0