accedi   |   crea nuovo account

Zampillar di fonte

Etereo
il silente frangere di flutti
s'eleva il gorgogliar di spume
di candido biancor che dona i getti
flutti ad elevar nel cielo.

Ed è il sommergere le ali
tra mille spruzzi i turbinali
somme di bolle andate
alla pression ch'eleva.

Chiome
al titillar lucente
dei raggi il sole spande e onora
delle rugiade sparse
il tremolar
che al cielo infonde aurora
fulgido brillar!

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Pasquale Martino il 10/10/2011 11:13
    Scusami Vincenzo per il qui pro quo, l'ho scritto e l'ho fatto... ed è quindi questa la versione finale con annessa correzione, grazie per il tuo apprezzamento!
  • vincent corbo il 10/10/2011 09:56
    No no... fulgido brillar è più incisivo... non che lieto evaporar sia fuori luogo ma rimanda ad un finale rattoppato.
  • Pasquale Martino il 08/10/2011 18:07
    Grazie per gli apprezzamenti alla mia opera, vorrei cambiare la chiusa che a me non piace...

    Chiome
    al titillar lucente
    dei raggi il sole spande e onora
    delle rugiade sparse
    il tremolar
    che al cielo infonde aurora
    lieto evaporar.
  • loretta margherita citarei il 08/10/2011 17:05
    poesia allo stato puro complimenti amico caro
  • Ada Piras il 08/10/2011 10:43
    Bella... dove l'ultima strofa fa ben immaginare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0