PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lacrime di padre

Giammai respinsi
il fervor tuo d'amore
che l'anima mia ristora.
La vita resetti dal dolore
nei pensieri più dolci
che librano come rondini
nel volo di colori.
Respiro
la verginale aurora
di primavera,
sussurro
e fermento
parole che spingono
a sortir il mio sgomento.
Ivi a sospinger
di giorno in giorno
ogni emozione,
nascendo al coglier
di mia vita
ogni lezione.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Raffaele Arena il 17/10/2011 11:05
    Semplice, carica di passione e nostalgia. Altro da aggiungere
  • Giulia Gabbia il 17/10/2011 10:05
    Grazie a tutti di cuore...
  • angela testa il 10/10/2011 16:50
    MERAVIGLIOSA IN TUTTO... COMPLIMENTI...
  • Anonimo il 10/10/2011 16:41
    bellissima sentita... poesia che tocca il cuore un abbraccio carla
  • Falco libero il 10/10/2011 00:50
    Molto densa e molto bella.
    Bravissima
    Un caldo saluto
  • Marco Briz il 08/10/2011 22:45
    Intensità e spessore... Brava, molto bella.
  • Anonimo il 08/10/2011 21:13
    Poesia intensa... molto bella.
  • loretta margherita citarei il 08/10/2011 21:04
    ottima poesia complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0