PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'istante

Cosa me ne faccio dei ricordi
cassetti pieni
di fotografie sorridenti,
bagnati da lacrime
di una felicità vissuta,
libri di pagine bianche
riempiti di un tempo passato.
Rifugiarmi in essi,
in una mente illusa...
Non voglio percorrere
la mia strada
di ciò che è stato
vivere una vita
desiderando quella vissuta.
Devo liberarmi
del tempo passato,
trovare l'istante
baciarti come
il sole bacia
la fronte della sua luna,
ogni giorno,
dall'alba al tramonto.
Devo liberarmi delle illusioni
di un futuro che vorrei.
Ricorderò il passato
un giorno prima di morire
dove io non possa avere
il tempo di illudermi
di sogni e ricordi,
ma guardarti negli occhi
e illudermi di un meraviglioso
Istante

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Pit Martin il 29/12/2014 18:29
    si vive spesso tra ricordi e illusioni
  • stella luce il 10/10/2011 09:41
    I ricordi sono la nostra vita e non credo si possa mai dimenticarli... certo non si può vivere di essi anche se alle volte ci si aggrappa sperando che possano tornare... bellissimi versi,,,
  • Anonimo il 09/10/2011 22:27
    I miei ricordi, non li ricordo più. Bella poesia.
  • Anonimo il 09/10/2011 22:05
    Molto bella Davide, anzi è bellissima! Senza il ricordo non avremmo nessuna prospettiva per il futuro... Bravo!
  • davide il 09/10/2011 20:25
    Grazie Salvatore, e vero i ricordi sono la nostra vita, in essi ci miglioriam e il nostro passato, grazie ancora
  • Anonimo il 09/10/2011 20:12
    Non si può fare a meno dei ricordi, ma non si può vivere di soli ricordi. Ci servono solo da trampolino per il futuro. Bella poesia, complimenti!
  • davide il 09/10/2011 20:11
    Grazie Iovine, i tuoi complimenti delicati e genuini mi fanno molto piacere, tranquilla per la punteggiatura la mia grammatica e un disastro la mia cultura non è universitaria e non sarei capace di scrivere poesie con parole di un vocabolario a me sconosciuto, sono felice che molte persone apprezzano la semplicità dei miei testi, non so se e poesia ma esprimo ci che sento un dolce saluto ciao
  • Anonimo il 09/10/2011 19:28
    scusa gli errori e la mancanza di punteggiatura.
  • Anonimo il 09/10/2011 19:25
    generalmente non faccio molti commenti perché scrivere bravo, mi piace non mi va leggendo i tuoi versi è come entrare nella tua mente, fai sentire agli altri ciò che tu senti con semplicità senza una ricerca a volte forzata di termi astrusi, per me la poesia è genuinità di linguaggio e se quando la leggi, anche se in fondo non puoi capirla, ti prende, ti appassiona per me questa è poesia.
  • loretta margherita citarei il 09/10/2011 16:40
    molto bella complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0