username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ottobrata

odore d'ottobre...
volano nell'aria
che si riposa sulla campagna
schiere di storni

dai boschi
che si tinteggiano
di rossastre macchie
lento si leva
il canto del cuculo.

Par che indugi la stagione
dorandosi
in un'attesa piena di sopore.

Odorano
i vicoli del borgo antico
di melecotogne e d'uva.

Dalle cantine aperte
il ribollir del mosto
sciama
ed il vignaiolo
lieto già declama
la poesia della terra
nel dono del futuro vino.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Anonimo il 18/11/2013 15:12
    Bellissima poesia sull'autunno, ricca di immagini descritte con cura! Complimenti!
  • Grazia Denaro il 21/01/2012 01:25
    Bella esplicazione della natura nel suo specifico periodo. Periodo di tranquillo rilassamento, apprezzate le immagini descritte dalle strofe.
  • Giambattista Pastore il 13/10/2011 15:05
    Bella! Mi dà un senso di tranquillità e spensieratezza. Si riesce perfino a costruire mentalmente le immagini descritte nelle strofe. Apprezzata anche per l'impostazione dei versi!

    Giambattista
  • Roberto Cesari il 13/10/2011 09:10
    adoro questi ritmi autunnali, queste immagini evocate con tanta cura nei colori e nei suoni, complimenti
  • Anonimo il 10/10/2011 05:59
    Bella! per caso, sabato stavamo nelle stesso paese, piazzato su una stupenda collina umbra? Le sensazioni descriitte sono identiche alle mie, avvertite là! Buona giornata
  • Falco libero il 10/10/2011 01:13
    Bella descrive sensazioni che accarezzano i pensieri.
    Molto Brava
  • denny red. il 09/10/2011 23:34
    Poetica.. Poesia, Lory,
    Ben Scritta!!! Brava!!!

  • Anonimo il 09/10/2011 22:25
    A me i mesi fanno lo stesso odore. Ma mi piace.
  • Anonimo il 09/10/2011 21:58
    Questa tua è stupenda! Incantevole Lor..
  • Anonimo il 09/10/2011 20:06
    Bellissima Lor, a me piace anche l'odore delle castagne e... come fare a meno del canto del cu culo?
  • Elisabetta Fabrini il 09/10/2011 17:10
    Mi ha ricordato " la nebbia agli irti colli piovigginando sale" di carducciana memoria
    Che dirti, se non che sei bravissima?
  • Ada Piras il 09/10/2011 17:02
    Mi ci vuole un po sapori d'autunno.. Brava Loretta.
  • Anonimo il 09/10/2011 16:26
    bucolica poesia pregna di sentimento e scritta divinamente
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 09/10/2011 16:23
    una poesia di altri tempi... altri luoghi... mi piace sa di ottobre
  • roberto caterina il 09/10/2011 15:54
    Molto bella... ed ottobre è indubbiamente il mese più poetico.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0