username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Attimi

per te, in amor, totalmente presa
volli un dì farti una segreta sorpresa.

Desideravo immensamente starti vicino
che ci volle un attimo, quel mattino,
a metter quattro stracci in valigia
all'aeroporto andare
il biglietto acquistare
e da te arrivare.

Giunta, corsi a perdifiato
ed alla tua porta bussare
con un caldo cappuccino
due cornetti all'albicocca
in mano.

(avevo a lungo sognato
di far con te colazione:
un morso ed un bacio
e poi giù a far l'amore)

E bastò un attimo...
il tuo campanello suonare
e sentirmi una sciocca.

Lei aprì la porta
ed io prontamente nel riflesso
di chi si sente fesso,
mentire
d'aver sbagliato indirizzo, dire.

Ci volle solo un attimo per capire
correr via, fuggire, sparire
il numero del tuo cellulare cancellare
asciugarsi le lacrime
le ciglia a bagnare
convincermi ch'eri tu
porco maledetto, lurido bugiardo
gran puttaniere.

Ed ora che tempo ne è passato
e non abiti più nel mio cuore
con franchezza affermo
che fu solo un attimo
(seppur mi parve eterno)
quel mio, per te, gran soffrire.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Francesca La Torre il 05/02/2012 22:15
    Eppur se fu solo un attimo, fu un gran soffrire. L'amore e' questo: sofferenza!
  • Anonimo il 12/10/2011 15:04
    tristezzaaaaaaaaaaaaaaa... ma hai reso tantissimo e benissimo l'idea!!!
  • Cinzia Gargiulo il 10/10/2011 23:45
    Che dire... amara poesia e spero non autobiografica...
    Un abbraccio...
  • teresa... il 10/10/2011 22:13
    che storia Loretta che sensazione di vuoto nel cuore e voglia di sparire. è molto bella complimenti.
  • Ada Piras il 10/10/2011 22:03
    Un po amara come "storia "... raccontata molto bene...
  • Anonimo il 10/10/2011 21:36
    Cara Loretta, che ti devo dire, la prossima volta prova a cercartelo vicino casa... almeno risparmi e la colazione la fate insieme al bar!
    Bella storia che hai raccontato amica mia, ma che film era?
  • Ettore Vita il 10/10/2011 21:09
    Amore, delusione, dolore, disprezzo, oblio. Hai attraversato la curva del dolore e ne puoi parlare con distacco ed ironia, tanto da sembrare una storia surreale. Complimenti.
  • Anonimo il 10/10/2011 21:07
    Questi sono cornetti veri. Brava.
  • Anonimo il 10/10/2011 20:53
    Per questo Lor, che le sorprese non mi piacciono tanto... non sai mai cosa può succedere. La tua certo non è stata delle più felici! Brava Lor.
  • laura marchetti il 10/10/2011 20:30
    Ed ora che tempo ne è passato
    e non abiti più nel mio cuore...

    nel tuo cuore abita solo l'amore... bella e ironica sei sempre super
  • Bruno Briasco il 10/10/2011 19:57
    Certo dev'essere stato duro... restare marmorizzati dalla sorpresa e riprendersi perché non è nel DNA fare scenate per qualcuno che non vale la pena nemmeno ricordare. Brava Lory... che altro potevi fare se non sparire da gran signora?!
  • angela testa il 10/10/2011 19:56
    Speo che sia fantasia... amica mia... momenti da cancellare... sorridi... volta pagina...
  • mariateresa morry il 10/10/2011 18:57
    Scusa Lory, ma perchè i due cornetti che avevi appresso non glieli hai cacciati in fronte? ... Lo so non dovrei scherzare... potresti anche non essere tu la donna della poesia... Comunque sono attimi terribili, in cui manca la terra sotto i piedi e ci si sente fuori da ogni dimensione... Sper di leggerti con un vero animo amoroso. Ciao
  • Sergio Fravolini il 10/10/2011 18:27
    Erano solo attimi. Mi piace.

    Sergio
  • davide il 10/10/2011 17:33
    era solo l'indirizzo sbagliato, che aveva preso il tuo cuore...
  • roberto caterina il 10/10/2011 17:09
    Molto amara rassomiglia al Surabay Johnny di Brecht.. e fa riflettere molto.
  • cristiano comelli il 10/10/2011 16:40
    Poesia dall'incipit dolce e dal prosieguo crudo, tutto sull'onda di un sapiente e nitido realismo cesellato in buona poesia. Non è facile fare convivere realismo e poesia ma lei ha questo dono. Se lo tenga stretto e... continui a farcene dono. Cordialmente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0