username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Adriana

E così anche tu, come tua figlia
te ne sei andata, in quell'anno funesto
come si stacca dal ramo una foglia
quando il picciolo è ormai arido o guasto.

Da allora è vuoto il tuo e il suo posto
accanto all'altra tua splendida figlia
e a quel tuo genero aspro e adusto
su cui per molto ha infuriato ogni doglia.

Certo eri sterile, ormai, prosciugata:
ciò che potevi l'avevi già dato
ciò che volevi ottenuto e perduto

fors'altro ormai non valeva la pena.
Riposa in pace, se puoi, se ti è dato
e non pensare all'ultima scena.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sergio il 23/04/2012 16:18
    bellissima e bravissimo come sempre.
  • - Giama - il 19/01/2012 15:09
    Bellissima, accompagnare questo ricordo con le reali fotografie è particolarmente commovente!

    Splendido componimento!
  • Ada Piras il 12/10/2011 17:05
    Poesia triste... che rispecchia il reale... Bella.
  • loretta margherita citarei il 12/10/2011 13:59
    toccante molto bella
  • Elisabetta Fabrini il 12/10/2011 11:16
    Un ultimo triste saluto...
    Molto bella, bravo Maurizio!
    Ciao Ely

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -