accedi   |   crea nuovo account

Reale o virtuale?

Vedo in tivu', da qui', per le strette calli
in Venezia, un uomo che su tavola-surf
si muove, lento con aiuto di lungo bastone.

Sponsorizzato e ripreso tempo fa, Lui.
Poi intervistato e ancor inquadrano
la piazza San Marco, stupenda, stanca che la'

turisti apolidi, come qui, e acqua e fango.
Cosi' io seduto, stranito, a guardar confuso
nell' angolo di questo locale parlo con

amici, e, onnivoro, all' aperto, osservo.
Osservato, conversare, ascolto e ammiro,
poi bevo acqua e leggo, e scrivo ed ecco

la questione: siamo in questo momento,
reali o virtuali? A colori o in bianco e nero?
E la Piazza Signoria e' semiilluminata,

da luci forti da vetrine, case e lampade
da potenza alta e bassa,
e anche qui ancor apolidi viandanti.

Che taluni ammirano la proiezione
da un brutto monolite di immagini
di pioggia e disegni luminosi

sul Palazzo della Mercanzia, con
musica e registrazione di suoni
lenti, stanchi e tristi, come me.

Che troppo alto e ripetuto questo gioco
dopo ore, che vien di dire ad avventori
e ristoratori, in loco: non ne possiamo piu',

di questo gioco! Ed io assorbo le sensazioni
e le risvolto in parole senza metro, ora
e di nuovo mi domando: reale o virtuale?

È vero, con tutto il rispetto per l' esposizione
e il lancio pubblicitario di questo suono sono stufo
e cosi' mi alzo, saluto, e vado via!.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 13/10/2011 10:33
    Originale e verissima: reali, virtuali, in cerca di uno spazio... siamo noi umani!
  • Anonimo il 12/10/2011 17:51
    Siamo reali e virtuali. Bella.
  • ernesto musiari il 12/10/2011 16:52
    molto originale, scritta molto bene, mi paice molto. ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0