PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Animo umano

Silenzio dentro al cuore
e attimi rubati al passato...

Chiudo gli occhi e penso a te,
anima gocciolante di pianto...

Di nuovo tu,
di nuovo noi
o meglio,
non noi
ma io
e tu,
essenze divise
eppure unite
in un destino comune
di tristezza e infelicità.

Ma se allungo la mano,
perchè non la sfiori?

Quanto è strano l'animo umano:
di bugie si riempie
per non vedere,
per non udire,
per mascherare a sé stesso
quel che in realtà
sente...

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Angelo Senatore il 04/10/2012 16:08
    È far finta di nulla, distrarsi e non pensare che possono darci un attimo di sollievo, come amputare la mano malata per salvare il colpo,.; non sarà mai più nulla, come prima ma è l'unico modo per riuscire ad andare avanti. Molto bella complimenti

1 commenti:

  • Anonimo il 27/10/2011 10:29
    Meravigliosa, Evelyn! Hai raccontato una triste realtà in questo tuo componimento. Occorrono infinito coraggio e coscienza del sé per capire e per capirsi, e per allungare quella mano verso l'altro, e così verso se stessi. Mi hai commossa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0