PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Condivisione

Improvvisamente
t'incontro
e incrocio
il tuo sguardo.
Ti fermi.
Mi fermo.
I tuoi neri occhi siculi
sanno scendere
nel pozzo oscuro
del mio dolore,
che tu trepida
conforti
con scintille di speranza.

 

l'autore Rosarita De Martino ha riportato queste note sull'opera

Questa poesia è dedicata alla dott. ssa Sara Pettinato - Azienda Ospedaliera "Garibaldi" Nesima - Catania


0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • michela salzillo il 13/10/2011 23:34
    La condivisione è tra le cose più difficili da fare, perchè bisogna possedere la capacità di "mettersi nei panni degli altri" pur rimanendo nei propri. Questi versi, sono la testimonianza che pur essendo un VALORE raro, gode ancora di ottima salute e questo mi regala speranza!
  • Ada Piras il 13/10/2011 21:06
    Che emozione "Condividere" la stessa emozione... anche nella dedica..
  • loretta margherita citarei il 13/10/2011 20:43
    molto bella complimenti
  • DANIELE BOGANINI il 13/10/2011 16:15
    un incontro pieno di significato
  • Ada Piras il 13/10/2011 09:58
    Qualcosa scende e rimane... Bellissima
  • Anonimo il 13/10/2011 09:49
    Un solo attimo e gli occhi divengono ponte per Anime...
    Bellissima immagine.
  • denny red. il 13/10/2011 08:47
    Bella!!! questo incrocio di incontro..
    ti fermi.. mi fermo..
    scintille di speranza.
    Brava!!! Rosy, Ben Scritta!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0