PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Faro

La stanza non era ben chiara,
un filo di luce tenuto vivo da un lurido
schermo di un televisore, dipingeva la tela
di un quadro, di ordine e disordine.

Sulla sedia ferma, una bambola dai capelli dispersi
nuda e coperta da un cesto dai cento pensieri,
percepiva l'attesa del cosi detto, bacio della vita.
Il tempo si era mosso col vento dell'innocenza,
mentre la mente legava nel suo profondo l'ultimo nodo,
il parco dei giochi offriva rose e pacchi regalo.

L'insieme di un tutto, volava via sulle ali di un
passo ben preciso, difficile è capire ed entrare
nella cornice di un sentimento, dire e non dire..
il fare.. muore dentro un faro, e.. è come l'ora,
ti prende, e poi ti lascia per sempre.

L'incontro con le sue labbra fu puntuale come
una fedele cambiale, posata e libera su una sponda,
riprendeva tutti i suoi persi fini capelli,
lontano da mobili camere e comuni comò,
"Chiara" col buio a bocca aperta, scivolava
nell'abbraccio di fondi mulinelli di sorrisi.

Silenti le correnti mute, portavano via amanti
l'amata bambola, cigni e canti, laghi e giochi,
percepivano il cosi detto,
bacio della vita.
Dispersa in un tela,
.. non fu mai trovata.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 17/10/2011 06:39
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua veramente bella!
  • Gianni Spadavecchia il 15/10/2011 21:36
    Molto bella.. Percepivano il cosi detto bacio della vita. ... non fu mai trovata. ... Faro! Complimenti
  • michela salzillo il 13/10/2011 23:53
    Concordo con il pensiero espressso da Carla, è stata una lettura coinvolgente!
  • Anonimo il 13/10/2011 20:46
    Il mondo incantato fugge così in fretta! e poi naufraghi per la vita! Chiara col buio a bocca aperta scivolava nell'abbraccio di fondi mulinelli di sorrisi... niente può morire in maniera così triste se non la consapevolezza di aver buttato la vita tra falso e incantato... mentre il reale si faceva beffe della vita inconsapevole!
    Mi hai commosso! Bravo Denny!!!!!!!!!!!!! La metterei tra le preferite ma non so più come si fa... comunque ho buona memoria!
  • Anonimo il 13/10/2011 18:54
    Proprio comne un filo intrecciato. Piaciuta.
  • sara zucchetti il 13/10/2011 17:06
    Bella poesia un insieme di fantasia e oggetti graziosi che creano un'atmosfera speciale!
    "IL BACIO DELLA VITA DISPERSA NELLA TELA NON FU MAI TROVATA"
    C'è qualcosa di misterioso!
  • Vincenzo Capitanucci il 13/10/2011 10:28
    Splendida Denny.. il fare muore dentro la luce d'un faro'... mentre intorno a noi svanisce.. il bacio della Vita..

    Alla ricerca della Tela perduta..
  • Anonimo il 13/10/2011 10:28
    Come sempre ho detto, il tuo modo di scrivere è intenso e affascinante. Complimenti Denny, poesia molto bella!
  • Anonimo il 13/10/2011 10:27
    Denny sempre detto che sei un grande... bellissima lirica... un tornare indietro... ritrovare e rimettere a fuoco, l'ambiente gli oggetti, tutto come allora... la bambola dai capelli dispersi, mai ritrovata... mi inchino di fronte a tanta bravura... un bacio forte denny
  • Anonimo il 13/10/2011 10:00
    Splendido e sapiente tratto nel delineare oggetti in ombra e fievoli raggi di pigro e stanco sole (o lume forse ) come sempre, scorre dalle tue vene al "pennello" la maestria del gioco e del serio percepire si fondono per divenire unici... mai la tela appesa sarebbe stata.
    Denny, sei davvero, POETA MAESTRO del chiaroscuro!
  • Ada Piras il 13/10/2011 09:57
    Eppure esiste... la tela... Molto bella..
  • karen tognini il 13/10/2011 09:38
    Sono senza parole Denny...è davvero bellissima...
    BRAVO BRAVO...
  • Elisabetta Fabrini il 13/10/2011 09:33
    È incredibilmente bella...
    Bravissimo Denny...
    Ciao Ely
  • anna rita pincopallo il 13/10/2011 09:05
    LE SENSAZIONI ESPRESSE TI LASCIANO CON QUEL DUBBIO CHE È LA VITA CON LA SUA DUPLICITA' TRA REALTA' E SOGNI...
  • Anonimo il 13/10/2011 08:49
    La tua poesia offre molti spunti su cui riflettere. È un continuo riferirsi a situazioni tra conscio e inconscio, tra percezioni reali e irreali. Il tutto reso magnificamente dal tuo solito modo di scrivere in chiaroscuro, fatto di dire e non dire. Bravissimo Denny!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0