username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Generosità

dovrei indurire il cuore
conservare
per me stessa
l'ultimo seme
di speranza che mi resta.

Amareggiata
ho constatato
che avendo io
bisogno
d'umano conforto
d'essermi ritrovata sola
a sopportare
il mio dolore.

Coloro che amici credevo
anzichè darmi tangibile
sollievo
giustificandosi
il loro viso
anzichè verso me,
l'han volto indietro.

Ma quando
ho visto una lacrima spuntare
sul tuo ciglio
non ho potuto ignorare,
ti ho preso la mano
e di speranza ti
ho voluto inondare...

È colpa del mio cuore
che pur soffrendo
riesce sempre un fiore
a donare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

27 commenti:

  • Michele Sperduto il 15/10/2011 00:53
    una grande poesia su fiducia, amicizia e generosità di un cuore puro come il tuo
  • Don Pompeo Mongiello il 14/10/2011 11:45
    Ormai lo stile Unico e bellissimo, lo si riconoscerebbe anche senza firma.
  • Salvatore Maucieri il 13/10/2011 22:25
    Molto espressiva. Bella poesia. Ciaoooooo
  • Anonimo il 13/10/2011 22:23
    ECCO perché con me faceva le stesse bastardate, l'avevi viziato, ed io avevo un cuore simile al tuo! Ma... è storia di secoli fa'
  • karen tognini il 13/10/2011 21:48
    Cara Loretta..,, l'amicizia vera va guardata negli occhi... sempre...
    e tu candida anima rimani male delle assenze... continua ad essere gentile...

    È colpa del mio cuore
    che pur soffrendo
    riesce sempre un fiore
    a donare.
  • Michelangelo Cervellera il 13/10/2011 21:18
    Siamo fatti così, si soffre in silenzio pronti ad aiutare chi ne ha bisogno.
    Michelangelo
  • Giuseppe Bellanca il 13/10/2011 21:07
    bella poesia Lor e chi ti vuole bene davvero non ti volta la schiena ma sta vicino a te cercando di capirti...
  • Anonimo il 13/10/2011 19:47
    Dolce Loretta quando come te che hai dentro lo splendore della primavera e ti si offre l'occasione di aiutare, pur soffrendo e dimenticando te stessa e le tue sofferenze,,,,, non hai scelta: tu, senza remora alcuna, istintivamente, allunghi sempre il braccio per soccorreree e un sorriso per confortare! Sei speciale... semplicemente!
    tvb un abbraccio!!!!!!!!
  • Stanislao Mounlisky il 13/10/2011 19:22
    caratteristica non colpevole di una donna sensibile. Grande
  • Auro Lezzi il 13/10/2011 19:11
    Mica solo un fiore.. Tanto altro sempre... tvb.
  • Anonimo il 13/10/2011 18:46
    Grazie a te Ettore, che mi hai doto di esprimere il mio pensiero e un caro saluto.
  • Anonimo il 13/10/2011 18:45
    Dico ancora, che è vero che Gesù ha detto di amare il prossimo tuo come te stesso. Ma è altrettanto vero, che ha anche detto di amarci l'un l'altro come Lui ci ha amato. E allora l'amicizia, perché poi Lui ci definisce amici, presuppone una reciprocità d'intenti, di voleri e di crescita. Si ama, si è amici, per crescere e non per regredire.
  • Ettore Vita il 13/10/2011 18:45
    Salvatore, concordo con il senso di quello che dici. Grazie e saluti cordiali.
  • Anonimo il 13/10/2011 18:39
    Scusami Lor se ti rubo dello spazio, ma mi sembra doveroso rispondere ad Ettore.
    Sono d'accordo anch'io con Ettore, per quanto riguarda il suo dire che: chi dona si arricchisce. La mia era una riflessione dettata da esperienze vissute e dal concepire l'amicizia come un qualcosa di molto profondo che deve "necessariemente" andare al di là dei nostri impegni.
    Se io ti sono amico, non penso agli impegni miei, ma penso che se non ti aiuto, ti troverai in serie difficoltà. Non penso cioè a quello che non potrò fare io, ma a quello che non potrai fare tu, se non t'aiuto. Mi chiederò cioè, come farai da solo? Gesù insegna molte cose in questo senso.
    È il solito discorso dell'egoismo che viene prima di ogni altra cosa, ma su cui Gesù ci ha sempre messo in guardia. Forse è per questo che non crediamo più, né in Lui, né nell'amicizia, né nell'amore vero... e forse neanche in noi stessi.
    È solo una precisazione, perché poi condivido molto le cose che scrivi.
  • Anonimo il 13/10/2011 18:24
    Gli amici vogliono solo godere.
  • Ettore Vita il 13/10/2011 17:41
    Chi dona riceve, si arricchisce... ma chi non ha non può dare: "ama il prossimo tuo come te stesso". Quando fai una carezza ad un altro è come farla anche a te stesso.
    Ma non concordo con Salvatore nella cattiveria della gente, è che tutti abbiamo i nostri problemi, a volte siamo distratti, a volte abbiamo paura di avvicinarci alle persone in difficoltà ... a volte nemmeno noi siamo capaci di ascolto, di recepire l'aiuto...
    In fondo ogn'uno è solo sul cuor della terra ed è subito sera (cito a memoria) ...
  • cristiano comelli il 13/10/2011 16:20
    Abbiamo noi stessi come amici ed è già moltissimo, questo ci crea le condizioni per farci altri amici e anche per capire meglio chi ci sia amico e chi no. L'importante è che siamo amici a noi stessi. Non intendo come presunzione, ma come capacità sacrosanta e dirittoa volersi bene. Sempre. Brava. Cordialità-
  • Ilaria Tringali il 13/10/2011 15:01
    a dir poco meravigliosa, ma come si possono abbandonare cuori che strepitano d'amore altrui! bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 13/10/2011 13:37
    Un Meraviglioso cuore... splende sia nel sole... che nell'ombra...

    Brava L'or...
  • Alessia Torres il 13/10/2011 13:15
    Generoso è sempre il cuore che, pur necessitando amore, ha sempre un pezzo di sé da donare... ma mai sarà il contrario! Gli "amici" che volgono le spalle altro non sono che persone non degne di essere considerate tali... Tenera testimonianza!
  • anna rita pincopallo il 13/10/2011 11:14
    purtroppo nella vita non si è tutti uguali... meglio essere come te anche se si soffre di più brava molto bella
  • Anonimo il 13/10/2011 10:21
    "Amareggiata
    ho constatato
    che avendo io
    bisogno
    d'umano conforto
    d'essermi ritrovata sola
    a sopportare
    il mio dolore."
    Lor, hai letto tutte le mie poesie sull'amicizia. Non aggiungo altro... sarebbe solo superfluo! Brava Lor, come sempre!
  • Attanasio D'Agostino il 13/10/2011 10:18
    un cuore che dona... un cuore carico d'Amore
    bellisime parole sorellina un caro saluto Lucia e Tana'
  • Fabio Mancini il 13/10/2011 09:37
    Lascia stare il tuo cuore, perché sai che quel briciolo di speranza che possiedi non viene da te, ma proviene da Dio ed è il viatico per la tua Salvezza. Ogni gesto, parola oppure omissione (come nel tuo caso) dobbiamo renderne conto alla nostra coscienza e successivamente anche a Dio. La severità o la durezza non servono, serve l'umiltà della fede. Un bacio gentile. Fabio.
  • Ada Piras il 13/10/2011 09:22
    Non è una colpa un cuore come il tuo... Brava Loretta.
  • roberto caterina il 13/10/2011 09:07
    Sì capita spesso così, chi cerca conforto lo riesce ancora a dare, ma è proprio questo, forse, il miglior conforto che, dando, lei-lui riesce ad avere..
  • Anonimo il 13/10/2011 08:59
    Amica mia, ti comprendo alla perfezione. Noi siamo persone sensibili e aiuteremmo anche un cane di uomo che ha bisogno. Purtroppo, la stessa cosa non è per alcune persone che, invece, non soltanto godono nel vederti in difficoltà, ma se stai male, tentano di farti stare ancor peggio. Sono esseri vili che, se stai già male, tentano di darti il colpo finale per affossarti ancora di più. Ma la vita gira ed anche veloce e presto avranno il compenso che si meritano, ma non nell'al di là, ma già nell'al di qua. Bravissima Lor!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0