PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Black varnish

Smalto nero alle cinque di notte
Il suo nome risuona tra le pareti scure
Rosa rossa che profuma il vento
e colora i pensieri,
ero felice fino a ieri
Riecheggiano le mie risate interrotte.
A mezzanotte e mezza sono tua
in una stanza d’albergo con un grande specchio
Finisce la notte e inizia un giorno insieme
Incessantemente mi hai amata
fin quando mi hai detto “Adesso puoi andare”
e da allora
neanche una telefonata.
Mi trascino dentro il peso del tuo seme
Avanzo a strascichi
seguendo ciecamente un canto di sirene,
uno straniero mi richiama verso Nord
ma ho perso la mia musa...
la dolce follia della mia giovinezza,
il mio attimo fuggente.
Luce nella foschia,
non troverò più la sua bellezza,
il suo sorriso fatale,
NIENTE!
- sussurra euforico il Male.
Eri mia,
stellina che rischiarava la via
Ho scelto il fiore più bello e più raro,
l’ho strappato con le mie stesse mani
e te l’ho regalato!
Ora è perso, appassito, gettato...
Ma quanto manca al giudizio universale?
I salici si riversano in un lago di lacrime
bagnati dal sole
Il mio Sole eri tu.
MUSICA! Anche in silenzio mi fai cantare,
tutti gli oggetti sapranno di te
e della tua storia sentendomi respirare
Tutti i miei amici conosceranno
il calore delle tue mani
stringendo le mie. Non mi puoi controllare!
L’amore si spande di sguardo in sguardo,
più veloce del suono delle nostre parole
Ed io ti ho amato tanto.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • pietro luigi crasti visintini il 17/07/2008 06:46
    è rimasto tanto di questo amore ma...è passato tanto tempo?
    Bella, brava!
  • Marco Vincenti il 02/04/2008 23:43
    Davvero molto sofferta! Complimenti mi è piaciuta.
  • augusto villa il 15/09/2007 12:16
    Occhio a non confondere l'amore con la passione...
    La cosa ottimale è che le due cose marcino a pari passo... L'amore senza passione è ben poco e a quel punto è meglio la passione senza amore!
    Ben scritta. Ciao!
  • Luigi Lucantoni il 06/09/2007 17:33
    Ho pensato ch molti potevano provare invidia per quello che descrivi in ciò che hai iscritto associandolo alla tua visibile avvenenza. Comunque le mie sono congetture sgangherate, meglio se non dai loro peso.
  • Licia Missori il 06/09/2007 00:30
    Grazie per il commento! Ma perché il fatto di aver inserito la foto nel profilo secondo te dovrebbe condizionare il numero di commenti alle poesie?
  • Luigi Lucantoni il 23/08/2007 19:18
    In realtà credo che la tua sia stata un'infatuazione. L'amore è possibile solo se conosciamo nel profondo quella paersona. Il problema sta nel fatto che la parola infatuazione viene privata del suo reale valore. Quanto a sconvolgimento credo che quello che da non è affatto inferiore a quello che da l'innamoramento (un processo a mio parere molto + lento).
    Mi sorprende che non ci siano commenti, forse perché hai inserito la tua foto nel tuo profilo (faccio lo psicologo da strapazzo).

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0