accedi   |   crea nuovo account

Rave

Rave nell’erba
tra migliaia di fili verdi
Ragazzi saltiamo
Fumiamo
ragazzi sballiamo!
La musica ti penetra
con le sue scosse elettriche
e il ritmo che accelera
è un orgasmo che cresce
e lasciatevi andare,
perché non diamo fastidio! Non più di chiunque altro!
Hahahaha!
fino a quando tornerà...
Affogare la testa nell’anima
e gridare MI MANCHI!
desiderando con ogni fibra del mio essere
di infilare la mia lingua nella sua bocca,
l’ho sognato per mesi, anni, decenni,
l’ho sognato da quando
ero schiava di Ramses!
Interromperai adesso il mio sogno?
Musa uccisa?
I salti, e le spalle, e il sudore della gente
e le scarpe distrutte
e l’odore del niente
Sigaretta mista a vomito,
vomito pieno di birra
Vorrei mangiare mille dolci
su questa tua pelle creata da Satana
Le gambe accelerano
e lo zucchero scende
Potessi leccare zucchero per il resto della vita!
Potessi inchiodarti a quel muro
e possederti davanti a tua madre
Cos’ho che non ti piace? Perché non salti con me
oltre lo strapiombo che mi dà le vertigini?
Perché no? Non sono abbastanza pulita?
O abbastanza sporca? O abbastanza umida?
BALLIAMO!
Ore ed ore passate a spogliare
un girasole dai petali neri,
scivolano dentro di me
come coltellate che fanno godere! Godere! Godere!
Hahahaha,
la musica è una ferita nella gola
e il sangue cola a terra a fiumi
e l’amore si raccoglie a grumi
La mia donna vuole uccidermi per gelosia
Mi odia - ma è per sempre mia!
E tu che sei più bello di un vampiro

12

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • La Gala il 11/06/2009 17:42
    FANTASTICA
  • Emiliano Rizzo il 11/05/2008 18:00
    wow
  • Vincenzo Capitanucci il 18/02/2008 13:16
    Bellissima... vitale al massimo... in questo mondo di morti sei una luce... una luce rabbiosa... tre frasi sublimi nella mia lettura... affogare la testa nell'anima... e possederti davanti a tua madre... e i raggi di sole hanno portato il caffè... basterà a svegliare gli uomini verdi... forse si... forse no... tu continua a sognare e a gridare mi manchi..

    è puro tantra
    Vincenzo
  • augusto villa il 15/09/2007 12:05
    Ben scritta, ricca d'immagini e sensazioni.. mi ricorda i mie raduni... Col senno del dopo, al rave è meglio andarci più da spettatori che da protagonisti...(nulla vieta poi di lasciarsi andare... ma la scelta del punto di partenza è fondamentale... per riuscire a vivere serenamente il resto della propria vita che non è e non sarà sempre un rave.)
    SCRIVI BENE, CONTINUA A FARLO!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0