accedi   |   crea nuovo account

Sarà che non ci sei

Domenica
di attesa
di aspettative
di festa
oggi che non lavoro
e mi ritrovo a far la spola
dal divano al letto
dal bagno alla cucina
dentro al frigo
senza più idee in testa
a cercare qualcosa
nascosto dentro me
un desiderio
un sogno lasciato sotto
il cuscino al mio risveglio
un libro letto solo a metà
con gli occhi socchiusi
la mia felicità
mentre guardo quel cielo
pallido convalescente
la mattina si è già allontanata
domenica allunga il passo
per poi finire piano
con le sue promesse
che viaggiano
ma non vanno mai lontano
e lascia il suo posto
a un'altra settimana
(sarà che non ci sei)
domenica non è più lei
oggi mi sembra strana

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Dora Forino il 17/10/2011 19:10
    Leggera nostalgia del giorno di festa... sarà che ti manca qualcosa, qualcuno!!!!
  • Raffaele Arena il 17/10/2011 12:16
    Meravigliosamente malinconica e attualmente triste. Sensazioni espresse con sapienza e tenerezza. Bella.
  • Anonimo il 16/10/2011 20:19
    La Domenica, giornata di riposo, a volte, ci si sente ancor più soli...
    Poesia condivisa, molto bella.
  • karen tognini il 16/10/2011 18:52
    Brava Laura...è così ... quando mancano le persone care.. ci si sente sole...
    bella e un po' malinconica...
  • Ada Piras il 16/10/2011 18:43
    Domenica senza lei... ma con lei.. Bella così reale... Bravo
  • Stanislao Mounlisky il 16/10/2011 17:43
    Triste quando il giorno più bello diventa piatto
  • Salvatore Maucieri il 16/10/2011 16:38
    Hai una visione perfetta di quello che succede a molti di noi. Bravissima. Ciaoooooo
  • Sergio Fravolini il 16/10/2011 16:14
    "domenica non è più lei" ... mi piace.

    Sergio
  • loretta margherita citarei il 16/10/2011 15:39
    molto bella , complimenti
  • Giuseppe Bellanca il 16/10/2011 15:19
    Domenica, un giorno che fa sentire tanti stati d'animo, in casa quando si è soli in quella casa piena d'emozioni di sensazioni di attimi che ci si sente soli col nostro io quando la nostra nostalgia s'esprime con la tristezza dell'anima, ci accorgiamo che le ore trascorse s'annodano e si sorpassano e ci sospingono mestamente al domani con la speranza che sia diverso... bravissima Laura sempre molto riflessiva e profonda...
  • Alessandro Moschini il 16/10/2011 15:07
    Molto bella. Piaciuta tantissimo. Un abbraccio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0