accedi   |   crea nuovo account

Quando vibrano le virgole del sole

Non rinnegare i sospiri del tuo udito
né l'erompere diluviale
delle pupille dal tuo sguardo
quando vibreranno
come mani esili appena uscite
da un grembo di materna, compiuta dolcezza
le virgole incandescenti del sole;
in loro custodiscono
l'immarcescibile impronta
di braccia vigorose di contadini
che con le loro lacrime di fierezza e solitudine
comandano alla terra
di inventarsi frutto sempre nuovo e sorridente
lo spumeggiante incedere dell'aratro
o il fiammeggiare inafferrabile
del giallo incastonato nella paglia;
non scappare mai
quando le virgole del sole
cercheranno di dimorare
nella penna tremante del tuo esistere
o desidereranno adagiarsi sbarazzine
sulle tue corse acerbe ma superbe
di adolescente che sfida
le onde delle sue insicurezze
per giungere all'essenza di quel mare
che lo bagnerà per sempre
di responsabilità e capacità di amare.
Non vergognarti di leggere
le virgole vibranti del sole
e allora soltanto scorgere potrai
la luce che scelse di amare proprio te.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0