accedi   |   crea nuovo account

Il folle laureato

Quando
saprai ridere di cuore
nella più assoluta delle solitudini

avrai trovato
Te stesso

l'universo intero
danza per assonanze

quale colpa ho io
se una tomba una ombra
diventa una bomba e una tromba

ma chi Ti dato questa nuova facoltà
questo asso nella manica

se non una folle follia d'Amore

un assassino
perso
tra la folla

in un reato soggettivo del creato

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 18/10/2011 15:34
    Non trovo le parole, Vincenzo... sei un grande!
  • denny red. il 18/10/2011 05:59
    quando leggo queste tue... Vince, posso solo sempre dirti..
    Unico!! bravissimo!!!!

  • loretta margherita citarei il 17/10/2011 16:40
    forte apprezzatissima
  • Anonimo il 17/10/2011 16:00
    La folle laureata
    è proprio stonata
    pensa al suo sogno
    di cipolla e scalogno
    esce di sera
    sotto effetto di pera
    rompe a qualcuno
    come fosse nessuno
    fuma sempre una canna
    come fosse di panna
    va giù come un mulo
    ora ti mando a fan c**o!
    Scusa Vincé, la tua poesia mi ha ispirato queste rime... però al femminile!
    Bellissima poesia Vincé!
  • Anonimo il 17/10/2011 15:48
    Il folle laureato
    è un soggetto stonato
    che ha per oggetto
    l'arte nel cofanetto.
    Gira di notte
    e bussa alle porte
    cambia il suo nome
    come pure il cognome
    importuna poi tutti
    ma chi se ne fotte!
    Mi sono permesso questa licenza poetica La tua poesia mi ha ispirato questo! Bravo Vincé!
  • karen tognini il 17/10/2011 15:03
    e te caro Vince... ridi sempre di cuore.. l'universo è follia pura d'amore...
  • Elisabetta Fabrini il 17/10/2011 14:46
    grande Vincenzo... una laurea in amore ad honorem!!
    Ciao Ely

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0