username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'Aulin

Tu che pur prendi l'aulica pastiglia
quando la testa ti tormenta e duole
sai che quella è la cura che ci vuole
non l'infuso di rape o la poltiglia

Così quando Amor il core mi striglia
al gran soccorso non bastan le pezzuole
né cose che s'imparan nelle scuole
Occorre ancor provar la meraviglia.

Conoscevo una strega canterina
che con l'erbe curava il maleficio
ma il canto era la vera medicina

Con me non tanto ben riuscì l'ufficio
lei da strega divenne una beghina
il suo gattesco Amor noioso micio.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • salvo ragonesi il 19/06/2012 13:07
    la strega non è riuscita ad ammaliarti nemmeno con la pozione.. salvo bella
  • sergio il 26/02/2012 19:45
    originalissimo e bello. apprezzato
  • Stanislao Mounlisky il 18/10/2011 13:59
    Se devo morire preferisco le sirene, il sonetto però è bello
  • Ada Piras il 18/10/2011 12:14
    Come titolo e sonetto... molto originale... direi...
  • loretta margherita citarei il 18/10/2011 08:30
    originale complimenti apprezzatissima
  • teresa... il 18/10/2011 08:19
    molto molto carina e apprezzata 5 stelline bacio!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0