username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fate e farfalle

Se soffriggendo broccoli e patate
alcun mi dicesse che non è giusto
pensare alle farfalle e alle fate
direi che quel che dice è troppo giusto.

Diverse son farfalle dalle fate
vivon poco, vivon il tempo giusto
sol per essere un po' desiderate
le altre invece fan il mondo angusto.

Poi avvien che s'incontra una strega
col suo gatto, il cavolo e il carcioffo
Dice "Roberto, basta, vai e annega"

Io come un miserabile gaglioffo
che una cosa dice e pur l'altra nega
Vado, vengo, rido, m'arrabbio e sboffo.

 

l'autore roberto caterina ha riportato queste note sull'opera

Il "carcioffo" riprende la famosa fischiata di G. B. Marino contro il Murtola in cui si esprime il concetto che "del poeta il fin è la meraviglia".


1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • denny red. il 19/10/2011 01:41
    simpatica e ben scritta!! bella.. bella!!!
    Bravo Roberto.
  • rosaria esposito il 18/10/2011 17:27
    sì... il fin è la meraviglia, l'ironia, il sorriso e... lo sboffo!
  • Anonimo il 18/10/2011 11:51
    complimenti roberto piaciuta bravo... carla
  • Raffaele Arena il 18/10/2011 09:54
    È meravigliosa, mi ci voleva per respirare un po' di sentimento questa mattina, e ritrovarlo anche dentro me stesso. Tuo Savonarola.
  • loretta margherita citarei il 18/10/2011 08:31
    complimenti notevole
  • teresa... il 18/10/2011 08:24
    mi piace questo tuo modo di scrivere. mii è davvero piaciuta baci grandi!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0