PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al bivio

Ovoline... ovoline...
soltanto ovoline voglio mangiare
prima della morte.
Che siano proprio fresche,
sarà più dolce allontanarmi
o forse più atroce...
Abbandonerò per un istante
gli eterni dilemmi,
una strada da scegliere
di un bivio problematico.
Non si rifiuta mai
un'ovolina,
allontana disfacendole
le paure esistenziali...

 

l'autore Stanislao Mounlisky ha riportato queste note sull'opera

Senza ovoline, al bivio di quale titolo e fine mettere, mi sono sentito perso, e ho pubblicato due poesie simili ma diverse... poi grazie ai lettori ho deciso di salvare questa.


0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 20/10/2011 11:02
    Sembrerebbe strano, ma credo che in questo latticino, purché fresco, precisa l'autore di questi simpatici versi, si nasconda il ritorno alla purezza e il candore del latte materno. Lo accompagneranno nel distacco, dolce o atroce che sia; infatti, il bianco e la freschezza allontanano "le paure esistenziali". Versi gradevoli per tema e disposizione stilistica.
  • Anonimo il 18/10/2011 18:55
    Ahhh e rieccoti con le ovoline!!
    Simpatico
  • Ada Piras il 18/10/2011 16:46
    Non le conoscevo... non si finisce mai di imparare... Bella.
  • roberto caterina il 18/10/2011 14:15
    Curiosità più che commento... cosa sono le ovoline, si tratta di mozzarelle piccole o di dolci...? In ogni caso, ne convengo, conviene morire per loro..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0