username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La città è triste

Nel manto plumbeo
minacciosi nubi di fumo
pervadono l'aria.
Strade nere
di campi d'autovetture
riversano il freddo
d'alberi di cemento
che giacciono
nel loro crudo letto
distorto dal sacrificio
del tempo.
Ferro, sassi
senza siepi,
senza verde,
spadroneggiano
una metà del cielo
ed una metà dell'anima
accarezzando il viso
di una città triste,
vuota di sentimento,
persa
nel borgo sbiadito
nel silenzio di un letargo,
irrompendo gli argini del cuore.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Tony Golfarelli il 29/06/2012 08:08
    metà del cielo metà dell'anima, mi sono emozionato... un abbraccio
  • Marco Briz il 23/10/2011 21:50
    Poesia molto bella a dispetto della città descritta in una tristezza, sentina. Bravissima Giulia
  • Giulia Gabbia il 19/10/2011 13:17
    rispondo a clem.. l'opera da me scritta non parla solo della mia città... Hai mai visto un paesaggio naturale?.. confrontalo con la città ... dopo tranne una conclusione.. grazie Denny, grazie Ernesto, grazie Loretta per i vostri commenti...
  • denny red. il 19/10/2011 01:13
    si.. descritta molto bene, la Città è triste.
    Bella!!! giulia, brava!!
  • ernesto musiari il 18/10/2011 16:28
    scritta benissimo, brava Giulia. ciaooo
  • clem ros il 18/10/2011 15:46
    Descrizione di una città triste... la tua? mi auguro di no.
  • loretta margherita citarei il 18/10/2011 14:41
    apprezzata bella complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0