PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Muovi la colita

Cominciò con l'alli galli... anche se non si scrive così
lo so... era solo l'inizio non finiva lì
e poi è diventata una moda muovere il passo
tutto allo stesso tempo tutti ADESSO!!
muovere il braccio
alzare la gamba
piegare il ginocchio
abbassare la panza
e via muovere il giro vita
e poi non basta... anche la colita!!
un mare che si muove a manca e a destra
che a vederlo fuori pista fa girar la testa
dove son finite le danze di una volta...
il ballo della scopa per esempio
quel tango da rimaner sconvolta
ognuno ha il suo stile il suo passo
è un po come dormire o far l'amore o andare a spasso
non riesco a capire perchè ci dobbiamo uniformare
per quello basta il lavoro e la divisa da indossare
forse è una carenza o un desiderio che qui dir
non posso...
questa voglia di gruppo di camminarsi addosso
ma coi tempi che corrono governo e crisi
non serve riflettere o essere indecisi
tanto ci pensan loro e allora gente IL CORO!!
ma si cosa ci vuoi fare?
sei vuoi ballare balla
altrimenti lasciali ballare!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Angelo Senatore il 19/11/2012 15:03
    Bellissima! Sono poche le persone che riescono a pensare, ad essere individui fuori dalla massa... complimenti!

10 commenti:

  • Anonimo il 19/10/2011 20:39
    Li abbiamo lasciati ballare anche troppo mi pare e il risultato si vede pure! Brava Laura!
  • loretta margherita citarei il 19/10/2011 18:28
    piaciuta molta apprezzata
  • karen tognini il 19/10/2011 12:46
    a me è piaciuta Laura... sai essere ironica... sei una donna completa!!!
    bacio...
    k
  • laura marchetti il 19/10/2011 11:14
    chiudete la porta... ahaha ciao e grazie un bacione
  • Giuseppe Bellanca il 19/10/2011 11:06
    cara Laura la prossima volta dovresti usare il mitra così sei sicura di colpire e non fare cilecca, non tutti i colpi in canna vanno a bersaglio a volte le poesie diventano bersagli o come nella mia cose... ah ha che poetesse che circolano in rete ah ah
  • carmela marrazzo il 19/10/2011 10:40
    in un mondo povero di ideali, il conformismo dilaga... uniformarsi supplisce all'assenza di passioni.
    molto vera e molto condivisa
  • laura marchetti il 19/10/2011 10:30
    solitamente non commento i commenti... ma se non ti ha colpita perchè lasciare il commento? magari lascialo nelle poesie che ti colpiscono... non era mia intenzione colpire amica poetessa... solo accarezzare... magari un con un sorriso.. ti lascio il mio...
  • Anonimo il 19/10/2011 09:39
    si Laura molto corrente la tua satira, il mondo cambia credo in peggio, lo si vede dagli ideali dei giovani, una volta bastava stringere una scopa per poi consegnarla e sprizzare felicità, ora si ha bisogno di polvere per essere felici facendosi male. un grandissimo bacio Salva.
  • mariateresa morry il 19/10/2011 09:38
    Sinceramente non mi ha colpito... non me ne voglia l'autrice.
  • Giuseppe Bellanca il 19/10/2011 09:32
    interessante questa tua satira, metti in evidenza la danza e la vita li fai camminare a pari passo, una metafora interessante perchè alla fine tutto va dietro la corrente anche le crisi e le guerre... molto riflessiva bravissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0