PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pittuàa

Pittuàa
Ghèivu dìitu de scì sènsa pènsàaghe
Ciao, non ci speravo
a vèdìite, gatta servèega
in mèesu a miàage cu i anni doù mundu e forse ciùu
mèiva vegnùu màa
sono lavori che necessitano di critica
perchè fatti di getto...
luèi fèeti da mueìn c'han vusciùu rulle
pennelèe che joavàn in scià tèia, in scè coulùri
e te ìntràan in tu servèllu
quel benevolo omaccione...
à in Panettèe coume mì, pèu ciattelàa quèlu che vèu
Non solo dalle linee che paiono traccianti ma
anche dalle nuance cromatiche, si evince
il ricercato studio posto in essere...
ammiàvu
èi òeggi da felìn che taggiavàn l'àia pìnna d'oudùu
de fùume, figassa e bèei de quarche Trippàa arraggiòu
vègia Zena
cù Portu, i carrùggi, e Ciàsse che pàn mandìili de Scignùa
a bùttega da Scià Gina che scialocùre, vendièiva sèu Màiu
quèla che se vende, ma nùn puèiva
che ti amìi ma nùn te vègne in coèu
e ti
pàivi in na gatta travestìa da figgètta
allugentèe de na seià Zeneise

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 20/10/2011 12:28
    anch'io ho copiato fernando leggendola in dialeto, ho una cara amica genovese qualche cosa ho capito... molto orecchiabile... poi la traduzione molto bella originale e scritta, come tu sai scrivere grande ignazio complimenti un forte e sincero abbraccio carla
  • Fernando Piazza il 20/10/2011 00:38
    Bella. L'ho letta in genovese prima che in italiano e benchè avessi compreso ben poco mi è piaciuta per la sua musicalità. Trovo che qualsiasi scritto abbia una carica emotiva in più in "lingua" originale... mi ricorda molto certe canzoni di De Andrè... poeta indimenticato... Intima e particolare.
  • Anonimo il 19/10/2011 21:47
    Sarò monotono. In genovese è più musicale. Bello il contenuto.
  • loretta margherita citarei il 19/10/2011 18:10
    splendida 5 stelle sei forte amicone
  • ignazio de michele il 19/10/2011 17:12
    Dipingere
    Le avevo detto di sì senza pensarci
    Ciao, non ci speravo
    a vederti, gatta selvatica
    in mezzo a muri con gli anni del mondo e forse di più
    mi sentivo mancare
    Sono lavori che necessitano di critica
    perchè fatti di getto...
    lavori fatti da mani che avrebbero voluto coccole
    pennellate che volavano sulla tela e sui colori
    e ti entrano nel cervello
    quel benevolo omaccione...
    ad un Panettiere come me, può raccontare quello che vuole
    Non solo dalle linee che paiono traccianti, ma
    anche dalle nuance cromatiche, si evince
    il ricercato studio posto in essere...
    guardavo
    gli occhi da felino che tagliavano l'aria piena di odori
    di fumo, focaccia e urli di qualche Trippaio arrabbiato
    vecchia Genova
    col Porto, i vicoli e le Piazze che sembrano fazzoletti da Signora
    la bottega della Signora Gina che se servisse, venderebbe anche suo Marito
    quella che si vende, ma non potrebbe
    che guardi ma non ci pensi
    e tu
    sembravi una gatta travestita da ragazza
    illuminata da una serata Genovese (n.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0