PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'uguale

Geme il senso
Da attribuire
Al sogno infranto
Vano segnale
Per ciechi
Sfregiati da
Semplicistiche logiche
Non cercare
Immaginarie conclusioni

Nello specchio
Rarefatta
la tua figura
Non parla

Assomigli a quel
Che non sei
E aspetti di scorgere
L'uguale
In me
che parallela
Al tuo cammino
Ne prendo le distanze!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • tylith il 08/06/2012 16:03
    Bella introspezione, presa di coscienza della diversità dell'altro che non ci appartiene e a cui non vogliamo assomigliare. L'altro di cui il poeta parla potrebbe anche essere una parte recondita di noi, che vuole sopraffare la nostra naturalezza.
  • Aedo il 24/02/2012 00:02
    Sogni infranti... desiderio di vera comunicazione mai realizzata...
    Poesia molto bella1
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 20/10/2011 09:23
    bello il tuo poetare

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0